martedì 7 maggio 2013

Mal comune, mezzo gaudio.
Bene comune, doppio piacere!!!

Ciao a tutti,
finalmente sono diventato Guida Ambientale Escursionistica e come al solito quando pensi che il traguardo sia il punto d'arrivo tutto si ribalta e come nel gioco dell'oca ti ritrovi nuovamente alla partenza.
Ho avuto dei compagni di corso fantastici, tutti ragazzi molto preparati e sorridenti che hanno reso le lezioni serali meno pesanti di come si pronosticavano: mal comune, mezzo gaudio.
Ma sopratutto sono persone che hanno voglia di conoscere e di fare qualcosa nel e per il proprio territorio, e questo ci lega in un'idea comune.
Dico sempre ai miei Ospiti che loro sono qui per scoprire Comacchio e il Parco del Delta del Po e che se io sono bravo a far trovar loro una cartina ed indicare dove e quando ci sono le escursioni è già un buon punto di partenza.
Ma sopratutto fare la Guida mi dà la possibilità di essere sul campo con loro ad entusiasmarmi di fronte a 3000 Fenicotteri.
Condividere personalmente queste emozioni mi riempie di gioia e se fossi solo ti assicuro che non sarebbe la stessa cosa.
Col bene comune, ne godo molto di più.
Riccardo

giovedì 7 marzo 2013

Kitesurf

Prima di avere 2 figli gli inverni a Comacchio erano molto tranquilli.
Il cielo padano infonde molta pace, ma vivendoci ogni tanto sento la necessità di ravvivarmi altrimenti potrei rischiare il poco invidiabile R.I.P..
Così dopo un paio di anni di viaggi solitari alla scoperta di altri mondi e di una mia dimensione, col mio amico Mauri abbiamo deciso di andare a Capo Verde.
Ce ne siamo subito innamorati nel vero senso della parola.
L'Isola di Sal, a parte qualche villaggio turistico è selvaggia.
Il sole del Tropico è traditore perché è mascherato dagli Alisei che spazzano costantemente questo arcipelago e le onde dell'Atlantico ti attirano come il canto delle sirene per  poi frullarti rigurgitandoti sulla spiaggia.
Ma l'acqua è così tiepida, la spiaggia è infinita e circondato da tutte queste forze trovavo un altro tipo di pace.
Io ci tornai per 4 stagioni consecutivamente e per Mauri Sal è diventata una seconda casa.
Qui conobbi Sarah (la prendo sempre in giro raccontando che lei era sull'isola a fare turismo sessuale) e con lei ho conosciuto tanti altri posti nel mondo e un altro tipo di amore, l'amore che ha dato vita alla nostra famiglia.
Per fortuna Mauri continua ad andare a Capo Verde regalandomi i racconti di vacanze che sono nel mio cuore.
Ecco il leone Djo che mi ha insegnato il kitesurf.
http://vimeo.com/61186133
PS: c'è anche un backstage.



video


venerdì 1 febbraio 2013

L'orgoglio degli ultimi.

Nella mia attività cerco sempre di essere il primo:
il primo ad aprire un B&B a Comacchio, ad avere il wi-fi, ad avere il booking on line,....
Ma nella mia vita ho avuto grandi soddisfazioni dall'essere ultimo.
Per un appassionato di montagna come me ed in particolare della Marmolada, sono orgoglioso di essere stato l'ultimo passeggero dell'ultima corsa della vecchia funivia: ora c'è un autobus volante tinto di colori sgargianti che ti porta a 3200m di quota in un batter d'occhio, ma fino a pochi anni fa c'era un'angusta cabinetta che assomigliava ad una vecchia FIAT 600 che sbandierava sospesa nel vuoto al vento gelido delle grandi altezze.
Qui ci sono 2 video, uno dedicato agli ultimi, l'altro al mio amico Marcello: senza di lui quel giorno non sarei mai riuscito a scendere dalla vetta.

Video sugli ultimi guardiani di faro.
http://vimeo.com/kaurimultimedia/theyarethelast



venerdì 25 gennaio 2013

Ciao a tutti,
il primo post di questo blog vuole essere una presentazione scritta da un nostro Ospite: farei fatica a descrivere me stesso per cui preferisco usare le parole di altri nelle quali mi rispecchio e che mi rendono orgoglioso perché mi fanno sentir parte di un tutto.
Io, la mia famiglia e la nostra attività siamo solo un punto di partinza per scoprire un mondo.
“la porta di un gioiello”
"Ci sono tante buone cose nel B&B Al Ponticello che meritano di essere menzionate: le camere, la prima colazione, la perfetta rete WiFi, la situazione della struttura nel centro storico... L'aspetto che vorremmo evidenziare qui ha qualcosa a che vedere con questo ultimo punto. Riccardo e Sarah, i due proprietari hanno una visione di un turismo ecologico ed empatico. E la traducono in realtà.
Primo, Comacchio è un gioiello. E' importante che un albergo che si trova nel centro di un tale luogo rifletta la sua unicità. L'albergo è ambientato in un edificio comacchiese. I vicini, i clienti dei bar e dei negozi a due passi sono comacchiesi. "Al Ponticello" è davvero una struttura comacchiese che concorda perfettamente con la città.
Secondo, Riccardo e Sarah conoscono la loro città. Ovviamente ne sanno tutto. Della sua storia, dei suoi problemi attuali e sicuramente della sua bellezza evidente, ma molto spesso anche nascosta. Sono pronti e capaci a trasmettere l'incanto della città e dei suoi dintorni.
Terzo, capiscono cosa gli Ospiti vogliono fare a Comacchio. E se i progetti sono difficili da realizzare, come nel caso nostro, fanno tutto per trovare una soluzione.
Grazie al loro aiuto abbiamo visto e vissuto delle cose bellissime e queste rarità non si vedono passeggiando.
Si possono scoprire solo con l'aiuto delle guide empatiche come Riccardo e Sarah."